11^ SAGRA DEL POMODORO SAN MARZANO D.O.P.

L’undicesima Sagra del Pomodoro San Marzano D.O.P., si terrà a Striano durante i giorni 7, 8 e 9 se

ttembre 2012.

Sono passati undici anni dalla prima edizione e da quando è stato servito il primo piatto a base di San Marzano, la sagra con gli anni che trascorrevano, si è trasformata sempre più in un grande evento diventando un appuntamento fisso per migliaia di cittadini provenienti da ogni parte della Campania.

L’ edizione 2012 presenta una serie di novità, in linea con la programmazione annuale delle attività socio/

culturali della Pro Loco che il nuovo direttivo, eletto nel dicembre 2011, ha adottato per la vita associativa.

Lo svolgimento della sagra è previsto nei giardini pubblici di via Risorgimento.

Le strutture mobili che verranno installate, necessarie allo svolgimento dell’evento, quali palco, gazebo, tavoli e sedie, andranno ad occupare la parte centrale della villa, con la possibilità di rendere l’intera area, una ottima cornice dell’evento.

L’allestimento delle sedute per la consumazione e la degustazione è una novità,infatti non vi saranno più ingombranti tavoli in plastica sparsi per tutta l’area ma bensì delle lunghe tavolate con la capienza di circa 400 posti a sedere .

Ambiente, Territorio e Legalità: sono questi i punti di partenza dell’organizzazione della Undicesima Sagra del Pomodoro San Marzano. La valorizzazione di un prodotto alimentare nasce anche dall’esigenza di promuovere un territorio sano e propositivo, molto spesso erroneamente additato di delinquenza e criminalità .

 

Forse una delle migliori innovazioni di questa sagra sarà l’uso di stoviglie ( piatti, bicchieri, posate e tovaglioli ) completamente biodegradabili.

 

L’uso del biodegradabile consente il conferimento direttamente nella frazione umida dei rifiuti diversamente da quelli in plastica,quindi oltre a dare una mano all’ambiente,si riducono i tempi nello sparecchiare i tavoli.

L’edizione 2012 sarà un’edizione che guarda con estremo interesse alla legalità.

Dopo l’incontro con il magistrato dott. Raffaele Cantone, organizzato dalla Pro Loco per la presentazione del libro “Operazione Penelope”, coinvolgere il marchio Libera Terra, è stato quasi un atto spontaneo, un inno alla legalità.
Uno stand sarà riservato alla vendita dei prodotti con marchio “ LIBERA TERRA “ mentre il menù prevede la mozzarella di bufala prodotta dal caseificio LE TERRE DI DON PEPPE DIANA – Libera Terra Soc. Coop. Sociale .
”Produrre la mozzarella più buona del mondo, quella che aggiunge al suo inconfondibile sapore il gusto in più della giustizia e della libertà, utilizzando i terreni confiscati al clan dei casalesi in provincia di Caserta.

 Libera Terra sintetizza due elementi: il valore etico sociale del progetto nel suo insieme e il valore qualitativo del singolo prodotto e/o servizio offerto”

Oltre a ciò, il programma dell’undicesima sagra prevede spettacoli musicali di qualità, che si svolgeranno durante le ore serali, accompagnando la degustazione dei piatti.

Durante le ore pomeridiane si terranno i “pomeriggi con lo chef”.
Si tratta di incontri con degli chef della nostra zona che daranno dimostrazione della loro arte,delle loro capacità e della loro professionalità, attraverso la preparazione di piatti a base di pomodoro San Marzano.
Collaborazioni :
Saranno dei piacevoli pomeriggi da trascorrere all’ombra degli alberi dei giardini di via Risorgimento.
Vino e birra di produzione artigianale e locale, accompagneranno le pietanze con delicatezza e sapore.
Uno degli scopi della Pro Loco è la valorizzazione delle risorse turistiche e ambientali del territorio,quindi anche delle “risorse umane“: spazio a chi, quando è dietro ai fornelli, agli alambicchi o ai tini, ci mette passione,cura e professionalità.

  • con l’associazione Aperture di Sarno , mostra fotografica sulla coltivazione e la trasformazione del pomodoro San Marzano. L’associazione Aperture ha tenuto presso la sede della pro loco il primo corso di fotografia base al quale hanno partecipato una quindicina di persone organizzato dalla pro loco.
  • con slow food e il consorzio di tutela del San Marzano:, pomeriggio con lo chef,un modo diverso di cucinare il pomodoro con la partecipazione di uno chef socio del presidio.
  • con la partecipazione dell’Istituto Alberghiero “ De’ Medici “:pomeriggio con lo chef,un modo diverso di cucinare il San Marzano,giovani cuochi diplomati verranno affiancati dai docenti per un pomeriggio all’insegna della buona cucina.
  • Con l’istituto alberghiero la pro loco quest’anno ha organizzato il primo corso di cucina base a cui hanno partecipato con entusiasmo una quindicina di persone.
  • con L’ Age Striano per la vendita a scopo benefico dei parmigiano reggiano.
  • con la società Givova per la realizzazione di un parco giochi gonfiabile destinato a diventare un’attrazione formidabile per bambini e ragazzi.

Lascia un commento